CHI SIAMO SETTORI ATTIVITA' INFORMAZIONI
HOME
CUS D'ITALIA
ISCRIVITI !
LINK UTILI

BARCELLONA

Il CUS Reggio Calabria ha partecipato a Barcelona nel mese di Aprile, per partecipare alla terza edizione di EuroEsade, torneo universitario che può vantare la partecipazione di ben 13 diverse nazionalità.
Il CUS REGGIO CALABRIA oltre l’ottima prestazione della squadra di calcetto maschile, può sottolineare la collaborazione attiva nella buona riuscita del torneo catalano. Infatti non si tratta soltanto di una semplice partecipazione alla manifestazione sportiva, ma di una vera e propria collaborazione tra i due organi sportivi.
La calorosa accoglienza riservata al team reggino da parte dei responsabili catalani, fra cui Albert Cervera (Director of EuroEsade) non fa altro che rafforzare la già stretta collaborazione avviata peraltro a Milano in occasione di “EuroMilano 2004” fra i due atenei.
Il rappresentante Paolo Dattola, è parte attiva dell’organizzazione e autore con i responsabili spagnoli della buon riuscita della manifestazione che vede presenti ben 13 diverse nazionalità per un totale di 1.200 atleti circa, e 24 le squadre di calcetto maschile.
Il team reggino capitanato dal portiere Francesco Cervasio, reduce dalla fortunata annata nel campionato di calcetto reggino, si è trovato subito sorteggiato in un girone di ferro.
Le avversarie infatti saranno: Barcelona, Milano e Zurigo.
C’è da sottolineare come l’arbitraggio degno del più clamoroso sventolio del fazzoletto bianco, fosse oltremodo troppo casalingo.
Pertanto impossibile battere la già fortissima squadra spagnola che, non a caso, vincerà la terza edizione del torneo.
Il pranzo è offerto dallo staff spagnolo.
Le più tipiche ricette catalane, tra cui una paella da guinnes dei primati, basteranno abbondantemente infatti per gli oltre mille ragazzi che sulla spiaggia di Mar Bella trascorrono il tempo tra una partita e l’altra affrontandosi in un torneo di beach-volley.
Questa volta però nessuna nazionalità li separa, squadre miste: italiani, spagnoli, inglesi, francesi, tedeschi..tutti assieme in avvincenti 5 contro 5.
E quando ormai la prima giornata del torneo volge al termine, il ritorno in serata in ostello tra gli ampi viali di Barcelona davvero emblematici e pieni di vita a tutte le ore del giorno e della notte.
Paesando por las Ramblas, il famoso viale che scende fino al mare, è possibile trovare un interessante e curioso insieme di palazzi, negozi e caffè, mimi e artisti di strada che vi invitano a fermarvi qualche minuto ritardando di un po' la vostra camminata.
La seconda giornata vede affrontare il team reggino e i più abbordabili svizzeri di Zurigo e perdere di misura con il team milanese che di fatto elimina la squadra reggina. Un pareggio, peraltro, stretto agli amaranto, sarebbe bastato per il passaggio del turno.
Ma la buona lena realizzativa di Strano Arcangelo e di Caridi Domenico (3 goal a testa), si infrange rovinosamente contro i legni della porta avversaria.
Ma il torneo non finisce qui per il CUS reggino, ci sono altre discipline e il responsabile reggino viene indicato come giudice di gara per l’Italia : Cheerleading e Rowing Indoor, e sono ancora i catalani ad avere la meglio sugli altri atleti.
Numerosi i gemellaggi realizzati con gli studenti dell’Università di Oxford, Genova, Berlino, Zurigo e Copenhagen. Esperienza indimenticabile, dunque, quella spagnola per i ragazzi reggini.

Web Master Web Master
Cus Reggio Calabria - Organo periferico del C.U.S.I. - Persona giuridica riconosciuta con D.P.R. 30 Aprile 1968 n. 770
Ente di promozione sportiva riconosciuto con delibera n.116 del 22 Febbraio 1979 - Consiglio Nazionale C.O.N.I.